Fashion

AI e Fashion: il progetto di ricerca di Yoox Net-A-Porter Group e l’Università di Modena e Reggio Emilia

Il gruppo del fashion online scommette sulle nuove tecnologie e insieme a Unimore crea un laboratorio dedicato all’intelligenza artificiale e alla computer vision applicate alla moda. Attraverso lo stesso ateneo il gruppo parteciperà al progetto Folding@Home per sostenere, con la capacità di calcolo, la ricerca sul Covid-19

08 Giu 2020

Claudia Costa

Rivoluzionare completamente le esperienze di acquisto online dei consumatori in tutto il mondo, sviluppando soluzioni tecnologiche all’avanguardia basate su oltre 20 anni di dati e decine di milioni di immagini. E’ questo l’intento che ha portato Yoox Net-A-Porter Group, società italiana di moda di lusso online, a collaborare con AlmageLab, il centro di ricerca sull’AI dell’Università di Modena e Reggio Emilia. Un laboratorio di ricerca congiunto YNAP AI LAB@UNIMORE analizzerà l’applicazione di Intelligenza Artificiale e Computer Vision nel campo della moda. Alla guida del programma la Professoressa Rita Cucchiara, una delle massime esperte nel campo e direttrice del Laboratorio Nazionale di Intelligenza Artificiale e Sistemi Intelligenti.

Visual Search e Virtual Try On, le due tematiche di partenza. Le soluzioni studiate permetteranno di identificare nelle immagini del database di Yoox Net-A-Porter Group non solo i capi ma anche caratteristiche specifiche come i materiali, le lunghezze, i colori, e classificarle in base a questi tratti. In aggiunta, saranno sviluppate funzioni basate sull’intelligenza artificiale, che permetteranno di elevare l’esperienza virtuale di interazione con i capi.

L’intelligenza artificiale per la moda e non solo

WHITEPAPER
Data Strategy: quali sono le 3 fasi principali del processo di relazione con il cliente?
Big Data
Marketing

L’incontro tra Artificial Intelligence e industria della moda diventa sempre più un elemento imprescindibile e l’analisi dei dati rappresenta uno strumento chiave sia per i buyer, che possono confrontarsi con il mercato anticipandone i trend, sia per i clienti che possono godere di un’esperienza di acquisto altamente personalizzata con un perfetto look and fit degli articoli ordinati online.

A disposizione del programma di ricerca, la capacità di calcolo dei data center di Yoox Net-A-Porter Group, in grado di eseguire una grande quantità di operazioni al secondo. Attraverso lo stesso ateneo, il gruppo parteciperà anche al progetto Folding@Home donando la propria potenza computazionale alla comunità scientifica per progetti legati alla ricerca sul Covid-19. L’iniziativa permette a qualsiasi cittadino e azienda nel mondo di donare la propria potenza di calcolo per la simulazione della dinamica delle proteine e l’elaborazione di nuove terapie.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5