Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Digital transformation

E-Farmer: una sfida di innovazione per l’industria siderurgica

Dalla collaborazione tra Feralpi, Università degli Studi di Brescia e RISE un progetto che prevede il coinvolgimento di 12 neolaureati per scardinare schemi tradizionali. Tutte le informazioni per partecipare all’iniziativa

15 Nov 2018

Creare un ponte tra tradizione e trasformazione digitale, per portare innovazione nel mondo dell’industria siderurgica con un progetto capace di superare gli schemi tradizionali e convenzionali. E con il coraggio, e la visione, per cambiare. La sfida nasce nel Gruppo Feralpi, uno dei più qualificati produttori di acciaio europei, nella forma del progetto e-Farmer che conta sulla collaborazione dell’Università di Brescia e del RISE uniti nella missione di ripensare trasversalmente gli aspetti tecnici e organizzativi del Gruppo Feralpi.

Grazie a questa iniziativa, dodici giovani neo-laureati fortemente orientati alla trasformazione digitale, avranno il compito di ripensare l’impresa: partire dalle sue fondamenta per ridisegnare un nuovo assetto, con l’invito e la possibilità di scardinare schemi tradizionalmente consolidati.

Il Gruppo Feralpi che si posiziona tra i principali produttori europei nel campo della siderurgia, con un fatturato di 1,2 miliardi di euro (2017) e oltre 1500 dipendenti rappresenta una realtà industriale che ha fatto della siderurgia al servizio dell’edilizia il proprio core business, allargando poi l’impegno imprenditoriale anche ad altri settori, quali l’ambiente, l’ecologia, la finanza e l’itticoltura. Fortemente impegnato nella sostenibilità ambientale e nella ricerca di soluzioni in chiave di economia circolare, da anni opera con una strategia volta alla diversificazione, verticalizzazione e internazionalizzazione del business.

Guidato dalla volontà di mettersi in gioco, Feralpi ha avviato un progetto votato alla fertilizzazione digitale dell’organizzazione aziendale e per aumentare la competitività. “Se vogliamo puntare ad una trasformazione digitale, dobbiamo investire per una trasformazione culturale, partendo dai più giovani, dalle loro conoscenze ed energie – afferma Giuseppe Pasini, Presidente del Gruppo Feralpi – Vogliamo così ripensare in chiave di digitalizzazione i nostri processi per affrontare un mercato in rapida evoluzione.”

I partner dell’iniziativa

L’iniziativa prende vita nell’Università degli Studi di Brescia affiancata dal laboratorio di ricerca del Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Industriale (DIMI), RISE (Research & Innovation for Smart Enterprises), che contribuisce all’innovazione dei processi, dei prodotti e dei modelli di business delle imprese, considerando i grandi filoni d’innovazione della prassi aziendale, tra cui la service transformation, la rivoluzione digitale e l’economia circolare.

La sfida vede il coinvolgimento di 12 neolaureati  fortemente orientati alla trasformazione digitale, selezionati in tutta Italia e provenienti da varie aree disciplinari (materie tecniche, scientifiche, sociali, umanistiche) dotati delle competenze necessarie per garantire una efficace contaminazione. Queste le caratteristiche richieste:

  • profondo interesse nella digitalizzazione;
  • l’innovazione e la tecnologia nel proprio DNA;
  • approccio collaborativo e costruttivo;
  • spiccata capacità di lavorare in team;
  • buona conoscenza dell’inglese;
  • alla ricerca di un contesto internazionale dinamico e in continua trasformazione.

Due team composti da 6 e-Farmer ciascuno

I 12 neolaureati selezionati saranno organizzati in 2 team di 6 e-Farmer ognuno: saranno impegnati per un arco temporale di 6 mesi nello sviluppo di progetti capaci di incidere in modo innovativo sui processi aziendali.  Il progetto si svolgerà nella sede del Gruppo, a Lonato del Garda, e i team saranno inseriti in una community di giovani che li accompagnerà nello sviluppo del progetto, attraverso la guida di docenti universitari e di manager aziendali.

Dalla selezione della prima fase solo uno dei due team passera al secondo. Il team vincitore avrà la possibilità di realizzare il progetto in 24 mesi, i suoi componenti verranno assunti presso il Gruppo Feralpi e al termine del progetto, gli e-Farmer lavoreranno nelle funzioni aziendali in cui si saranno progressivamente integrati.

Grazie al connubio delle competenze interne a Feralpi e al confronto continuo con il mondo accademico si potrà non solo “scrivere” l’industria del futuro, ma anche arricchire le skills interne all’impresa, comprese quelli digitale.

Come candidarsi

Per partecipare al progetto occorre inviare la propria candidatura inviando una  lettera di motivazione (composta da un massimo di 2000 battute) unitamente al curriculum a questo indirizzo o alla pagina Linkedin di questo indirizzo o ancora inviando un messaggio a e-farmer@unibs.it

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5