Laboratori

Approda in Italia il Colab Schunk, il centro applicativo per la robotica collaborativa

I tecnici Schunk avranno a disposizione un laboratorio attrezzato con cobot per analizzare, testare e convalidare le richieste di applicazione dei clienti minimizzando il rischio dell’investimento e offrendo un supporto per la realizzazione completa di un processo automatizzato

18 Lug 2022

I processi automatizzati, la robotica industriale e collaborativa rendono la produzione più efficiente ed ottimizzata. Tuttavia, iniziare con l’automazione non è sempre facile: è necessario considerare diverse variabili, e solo l’esperienza insegna. Con questo approccio pratico, SCHUNK offre la possibilità di automatizzare senza rischi, verificando i sistemi di presa e gli accessori robot più idonei al pezzo da manipolare fornito, effettuando report, analisi di processo, studi di fattibilità e video dimostrativi, anche per nuove tecnologie.

“In questo spazio i nostri clienti avranno la possibilità di testare le applicazioni con i nostri sistemi di presa prima di acquistarli. Un’idea originale che ci distingue dalla concorrenza e che ci offre svariate possibilità. Il nostro CoLab sarà uno spazio multifunzionale anche per corsi formativi, eventi online e in presenza, attività marketing e comunicazione insieme ai nostri provider tecnologici” spiega Andrea Lolli, Sales Manager Sistemi di Presa, che ha condotto la realizzazione del progetto nella filiale italiana.

Testare la fattibilità delle applicazioni robotiche in un ambiente realistico

Grazie al contributo di ABB, Fanuc, Omron e Universal Robots e altri player del settore che offrono soluzioni per i processi di automazione, SCHUNK Intec Italia è in grado ora di fornire un know-how completo a 360° e per ogni diversa esigenza applicativa. Per l’inaugurazione dell’11 luglio, sono state preparate quattro diverse demo per illustrare al meglio le potenzialità del CoLab Schunk a clienti finali, system integrator e alla stampa specializzata, intervenuta all’evento. Ogni applicazione mette in rilievo le caratteristiche uniche e innovative di ogni sistema di presa applicato a ciascun cobot.

WHITEPAPER
Sfide di mercato, strategie e strumenti per la nuova INDUSTRY4.0, con il digitale al centro
Automotive
IoT

Il linguaggio di programmazione semplice del nuovo GoFa™ di ABB è stato abbinato al modulo bionico e sostenibile ADHESO nella manipolazione di lenti o componenti elettronici; l’accuratezza e la precisione del cobot FANUC CRX si sono rivelate perfette per un’applicazione di sbavatura con i nuovi tool R-EMENDO per la finitura superficiale. La videocamera integrata sul polso dell’OMRON TM ha permesso di realizzare un’applicazione con FlexiBowl® di Ars Automation, l’innovativo alimentatore di pezzi, in questo caso ferromagnetici, da manipolare con i nuovi moduli elettro-permanenti EMH. Infine, la cella di carico integrata nel cobot UR10 di Universal Robots è risultata funzionale per un’applicazione di machine tending, in cui con i nuovi Kit MTB – Machine Tending Bundle, composti da un doppio modulo di presa e una da morsa pneumatica controllabile direttamente dal controllore del robot, hanno simulato un carico e scarico macchina utensile efficiente ed ottimizzato.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5