Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

News

Autodesk Fusion 360 potenzia la progettazione industriale

Sono tre le nuove funzionalità che Autodesk ha annunciato per il software di progettazione industriale: un potenziamento del processo produttivo tramite strumenti automatizzati e ottimizzati, insight rapidi e completi sui costi per la progettazione generativa e due vincoli di produzione che ampliano le opportunità di questa tecnologia

26 Giu 2019

Autodesk, azienda statunitense che realizza software e servizi rivolti alla progettazione di infrastrutture, costruzioni civili e industriali, ma anche di contenuti multimediali per l’intrattenimento, progettazione meccanica e manifatturiera, ha annunciato le tre nuove funzionalità implementate nel software Fusion 360, ecosistema cloud-based dedicato alla progettazione nel mondo industriale.

La prima innovazione incontra le esigenze degli specialisti della produzione, fornendo strumenti di automazione e ottimizzazione nella fase di progettazione che si traducono in un risparmio di tempo in termini di processi di lavorazione complessi ma anche del time-to-market.

La seconda novità è l’integrazione di nuovi insight sui costi per la progettazione generativa basati su aPriori, che permetteranno di visualizzare le stime dei costi di produzione per ogni risultato di progettazione nel sistema generativo.

Infine, sono stati aggiunti due ulteriori vincoli di produzione allo spazio di lavoro della progettazione generativa, ampliando le possibilità di ciò che si può fare con tale tecnologia.

Potenziare la produzione all’esigenza

La nuova estensione per l’ambito produttivo prevede strumenti di automazione e ottimizzazione disponibili per la programmazione che generano un ambiente di produzione ibrido, consentendo agli utenti di eseguire processi all’avanguardia come la finitura delle superfici complesse, la foratura automatica, la produzione additiva e i flussi di lavoro di verifica automatica.

E’ possibile generare programmi NC più efficaci in modo più rapido, con un risparmio di tempo sia nella programmazione che nella lavorazione e con conseguente riduzione del time-to-market. E per i più esigenti, le opzioni aggiuntive per il controllo dell’output permetteranno di ottenere una finitura della superficie di qualità superiore.

I termini di attivazione sono flessibili e forniscono l’accesso solo quando vi è l’esigenza. Infatti, gli utenti possono attivare l’estensione manufacturing in Fusion 360 per un totale di 125 crediti cloud al mese, per utente, e ottenere accesso illimitato alle sue funzionalità fintanto che è attiva.

Insight sui costi e due nuovi vincoli per il generative design

Autodesk ha scelto di collaborare con aPriori, società di software con sede a Concord, nel Massachusetts, che investe nello sviluppo di software e servizi di gestione dei costi di prodotto con l’obiettivo di generare forti risparmi per le organizzazioni manifatturiere, offrendo visibilità tempestiva sui costi, coerenza delle pratiche di determinazione dei costi tra tutti i membri del team di prodotto e una maggiore produttività di parti ottimizzate sempre in termini di costi.

Questa partnership risponde al desiderio di Autodesk di integrare maggiori insight sui costi di produzione per la progettazione generativa, in modo da poter visualizzare le stime dei costi per ogni opzione. Il modello di calcolo dei costi di aPriori tiene conto delle geometrie, dei materiali e dei metodi di produzione, tutti criteri che gli utenti di Fusion 360 inseriscono durante la creazione di uno studio di progettazione generativa. Tramite queste stime automatizzate, gli utenti potranno prendere decisioni più consapevoli nel processo di progettazione.

Oltre agli insight sui costi, saranno introdotti altri due vincoli di produzione all’area di lavoro:

  • la pressofusione per la progettazione generativa riunirà la tecnologia di progettazione di prossima generazione con uno dei processi produttivi più consolidati del settore. Un metodo ideale per applicazioni ad alte prestazioni e volumi elevati nell’industria aerospaziale, automobilistica e medicale perché consente di ridimensionare la produzione dei pezzi generati con un grado di precisione superiore rispetto alla lavorazione tradizionale.
  • la fresatura a 2,5 assi, che entrerà nella linea di vincoli CNC esistenti disponibili all’interno dello studio generativo: taglio a 2 assi e fresatura a 3 e 5 assi. Ciò renderà ancora più semplice produrre progetti generativi con i processi e i macchinari già esistenti.
@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

A
aPriori
A
Autodesk

Approfondimenti

C
cloud
P
project management
S
software

Articolo 1 di 3