Cloud Region

IBM porta il calcolo quantistico in Europa: nel 2024 aprirà il data center in Germania

Il data center sarà ubicato presso la sede dell’azienda nel comune di Ehningen e fungerà da Quantum European Cloud Region per facilitare l’accesso di aziende, istituti di ricerca e agenzie governative a sistemi di calcolo quantistico all’avanguardia

Pubblicato il 09 Giu 2023

ramon-salinero-vEE00Hx5d0Q-unsplash

Recentemente IBM ha svelato i suoi piani per l’apertura del primo data center quantistico in Europa. Questa nuova struttura, che sorgerà nel comune di Ehningen, in Germania, avrà un ruolo chiave nel facilitare l’accesso a sistemi di calcolo quantistico all’avanguardia per aziende, istituti di ricerca e agenzie governative. L’inaugurazione del data center è prevista per il 2024, e dotato dei sistemi di calcolo quantistico “utility scale” di IBM, ovvero processori che elaborano oltre 100 qubit.
La posizione strategica del data center presso la sede IBM presso Ehningen lo renderà, di fatto, la Quantum European Cloud Region dell’azienda. Ciò consentirà agli utenti europei e globali di sfruttare i servizi offerti dalla struttura per le loro attività di ricerca e di esplorazione del quantum computing cloud-based. Inoltre, il data center è stato progettato per garantire che i clienti possano rispettare le normative europee in materia di dati, ed elaborare tutti i dati di lavoro all’interno dei confini dell’Unione Europea. La nuova struttura si unirà al già esistente quantum datacenter e alla cloud region quantistica di IBM a Poughkeepsie, New York.

IBM Quantum Network traccia la road map

La Cloud Region Europea rappresenta un elemento chiave dell’impegno di IBM nella collaborazione con le principali industrie, università e governi europei con l’obiettivo di far progredire il quantum computing e costruire una forza lavoro quantistica in Europa. Oltre 100 classi universitarie in Europa utilizzano la IBM Quantum Experience, che offre la possibilità di programmare computer quantistici connessi nel cloud, e il software open source Qiskit®, che fornisce strumenti per creare e manipolare programmi quantistici ed eseguirli su prototipi di dispositivi quantistici su IBM Quantum Experience o su simulatori su un computer locale. Così un milione di studenti hanno la possibilità di migliorare le proprie competenze nel campo quantistico attraverso hackathon, workshop e digital learning sponsorizzati da IBM.

L’IBM Quantum Network in Europa conta attualmente oltre 60 organizzazioni, tra cui Bosch, Bundeswehr University, Crédit Mutuel Alliance Fédérale, Tangobank, Deutsches Elektronen-Synchrotron (DESY), l’Organizzazione europea per la ricerca nucleare (CERN), Fraunhofer-Gesellschaft, Poznan Supercomputing and Networking Center (PSNC) e T-Systems. Clienti che stanno già sfruttando le potenzialità del quantum computing in ambiti quali la scienza dei materiali, la fisica delle particelle elementari, la transizione energetica, la sostenibilità e le applicazioni finanziarie.

L’Europa in prima linea nel quantum computing

Jay Gambetta, IBM Fellow e Vice President di IBM Quantum, ha evidenziato l’importanza del data center quantistico europeo, affermando: “In Europa, ci sono alcuni degli utenti più avanzati al mondo nel campo dei computer quantistici, e l’interesse è in continua crescita con l’avvento dei processori quantistici utility scale. Il data center quantistico e la cloud region associata offriranno agli utenti europei una nuova opzione mentre cercano di sfruttare la potenza del calcolo quantistico per risolvere alcuni dei problemi più impegnativi del mondo.”

Ana Paula Assis, IBM General Manager per EMEA, ha sottolineato l’impegno globale di IBM e precisato che: “Il nostro data center quantistico in Europa offrirà ai nostri clienti un’opportunità unica di collaborare con i nostri scienziati in Europa, nonché con i loro stessi clienti, per esplorare il miglior modo di applicare il quantum computing nel loro settore industriale.”

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 5