Alleanze

Microsoft e Capgemini uniscono le forze per guidare la trasformazione digitale del Paese 

Le due aziende collaboreranno nell’ambito della “Ambizione Italia Cloud Region Partner Alliance” per aiutare le aziende italiane, supportate da strumenti cloud-first e di intelligenza artificiale, a guidare efficacemente il processo di trasformazione digitale anche in ottica di sostenibilità

10 Ott 2022

A distanza di due anni dal lancio di Ambizione Italia #Digital Restart che annunciava un piano di investimenti di 1,4 miliardi di euro e l’apertura di una Region Data Center nel nostro Paese, Microsoft ha cominciato a dare forma a una serie di iniziative che promuovono la centralità dei partner nello sviluppo, promozione e realizzazione di servizi cloud per le imprese e gli enti del Sistema Italia. Nata a marzo 2022 e della quale fanno parte, in qualità di “founder”, sette realtà dell’ecosistema nazionale (Accenture, Avanade, Cluster Reply, Engineering, Kyndryl, TeamSystem e Var Group), Ambizione Italia Cloud Region Partner Alliance oggi vede l’ingresso di un nuovo partner. Capgemini metterà a disposizione un’offerta di soluzioni business e servizi sulla piattaforma Cloud Microsoft per le imprese italiane che operano in alcuni settori strategici tra cui il mondo finanziario, manifatturiero e retail aiutandole ad avviare progetti di innovazione.

La collaborazione fa leva sulla prossima Region Data Center italiana di Microsoft non solo per accelerare e garantire l’accesso a servizi cloud innovativi, ma anche grande attenzione ai temi di data sovereignty, sostenibilità, cybersecurity e compliance. Grazie alla sinergia e all’applicazione delle piattaforme e soluzioni tecnologiche di Microsoft con le competenze specifiche di Capgemini declinate nei diversi settori, nonché ai team multidisciplinari dedicati, le due aziende aiuteranno le aziende italiane a guidare efficacemente il processo di trasformazione digitale, supportate da strumenti cloud-first e di intelligenza artificiale, anche in ottica di sostenibilità.

“La Cloud Region Partner Alliance è un programma strategico perché ci permette, grazie al contributo fondamentale dei nostri partner, di guidare le imprese italiane – pubbliche e private – nel percorso di transizione digitale, semplificando l’accesso a servizi cloud locali e sicuri e accelerando scenari d’innovazione e di crescita – spiega Silvia Candiani, Amministratore Delegato di Microsoft Italia – Siamo molto felici dell’ingresso di Capgemini nel progetto, una partnership già consolidata a supporto della competitività del tessuto economico del Paese”.

Microsoft e Capgemini accelerano scenari di innovazione guidati dal Cloud e dall’IA

Nell’ambito della rafforzata partnership, le due aziende si focalizzeranno su alcuni scenari chiave nei processi di digitalizzazione delle organizzazioni: la modernizzazione e trasformazione dei sistemi core delle aziende del settore finanziario; l’automazione dei processi produttivi e distributivi per le organizzazioni del comparto manifatturiero, automotive e retail; l’evoluzione della customer experience a partire dalla valorizzazione dei dati aziendali. Inoltre, la partnership prevede l’avvio di un piano congiunto di formazione e risorse dedicate per le aziende, volto a promuovere la diffusione di una cultura digitale all’interno delle organizzazioni di modo da cogliere tutti i vantaggi della digitalizzazione per rispondere alle sfide globali e supportare la crescita. 

WHITEPAPER
La guida per scegliere il miglior antivirus gratuito per il tuo PC
Personal Computing
Cybersecurity

“L’adesione di Capgemini alla Cloud Region Partner Alliance di Microsoft rappresenta un ulteriore rafforzamento della partnership strategica fra Capgemini e Microsoft sul mercato italiano – afferma Andrea Falleni, Amministratore Delegato di Capgemini in Italia – Attraverso le nostre competenze nei settori chiave del tessuto economico italiano, Capgemini offre soluzioni verticali alle aziende enterprise, consentendo di sfruttare al meglio le potenzialità delle piattaforme cloud Microsoft per affrontare in modo innovativo le crescenti sfide del business”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4