Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Awards

Industry 4.0, da Pelliconi e comitato Leonardo un premio per le tesi di laurea

Il riconoscimento per il vincitore è una borsa di studio da 3mila euro. Sarà premiato il lavoro migliore su “L’impatto di industria 4.0 sugli aspetti organizzativi aziendali”. Il Ceo Marco Checchi: “Nella quarta rivoluzione industriale fondamentale il ruolo della formazione”

10 Lug 2018

Antonello Salerno

“La decisione di promuovere una borsa di studio riguardante l’industria 4.0 fa parte di una serie di iniziative che la nostra azienda ha organizzato, nell’ambito di questo grande cambiamento che coinvolge tutta l’organizzazione. Industria 4.0 non significa solo macchinari digitalizzati, collegati in linea, ma anche un cambio di mentalità molto forte di tutti i dipendenti. In questo ambito la formazione svolge un ruolo di primo piano nel conseguimento del risultato finale”. Lo afferma Marco Checchi, Ceo di Pelliconi, presentando la partecipazione dell’azienda all’iniziativa “premi di Laurea di Comitato Leonardo, che metterà una borsa di studio da 3mila euro a disposizione dell’autore della migliore tesi di laurea su “L’impatto di industria 4.0 sugli aspetti organizzativi aziendali”. “In molti casi però – prosegue Checchi – abbiamo notato che si parla sì di formazione, ma più a livello tecnico, dimenticando molto spesso gli aspetti organizzativi e umani di questa vera e propria rivoluzione, introducendo nuove funzioni aziendali, nuovi modi di lavorare, nuovi mezzi e nuove regole. Tutto ciò creerà delle tensioni che se non sono controllate e guidate possono, a nostro avviso, porre in pericolo la funzionalità aziendale nella sua interezza. Ecco che lo studio di questi fenomeni dovrebbe porre le basi per una conoscenza più approfondita del fenomeno – conclude – e una tesi di laurea ben fatta, sarà il primo passo verso questo traguardo”.

Fondata a Bologna nel 1939 come “Ditta Angelo Pelliconi” (DAP), la società guidata da Checchi è specializzata nella produzione di tappi a corona, e oggi gioca un ruolo di primo piano a livello globale nel settore delle chiusure in metallo e plastica per l’industria del food&beverage.

L’iniziativa “Premi di Laurea” è promossa dal Comitato Leonardo, presieduto attualmente dall’imprenditrice Luisa Todini e nato nel 1993 su iniziativa di Sergio Pininfarina e di Gianni Agnelli, di Confindustria, dell’Ice e di un gruppo d’imprenditori con l’obiettivo di promuovere l’Italia come sistema Paese.

“La cultura fa sempre la differenza: per chi si appresta ad entrare nel mondo del lavoro ma anche per chi ha già un’occupazione e magari è a capo di una grande azienda. Il Rapporto Istat sulla Conoscenza, pubblicato per la prima volta quest’anno, lo dimostra. Una buona scolarizzazione è quindi garanzia di migliori performance lavorative in ogni settore e ad ogni grado – commenta Luisa Todini – Con l’iniziativa dei Premi di Laurea, il Comitato Leonardo e le aziende Associate, si impegnano da 21 anni a spronare le nuove generazioni, offrendo un aiuto concreto alla realizzazione di progetti brillanti ma anche un’occasione di confronto diretto con prestigiose realtà aziendali. Un impegno che si traduce in un investimento per il futuro, in quanto i giovani laureati di oggi saranno i manager preparati di domani”. 

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

L
Leonardo
P
pelliconi

Approfondimenti

F
formazione
I
industria 4.0

Articolo 1 di 5