Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Interventi

Il significato della Quarta Rivoluzione Industriale e il mondo del lavoro

Uno sguardo sugli sviluppi della straordinaria trasformazione digitale che sta cambiando le imprese e il rapporto con le attività professionali e una riflessione sul ruolo sempre più importante della formazione e dello sviluppo di nuovi skill

27 Set 2018

_ di Andrea Diazzi*

Automazione, intelligenza artificiale e futuro del lavoro sono argomenti molto in voga negli ultimi anni.  Il mese scorso, Spyce, un ristorante con cucina completamente automatica creata da quattro studenti del MIT, ha aperto in centro a Boston. Si entra, si ordina via touchscreen, si paga e si attende che le macchine preparino i piatti scelti. Riflettiamo quindi sul significato che la rivoluzione industriale in corso, la quarta, avrà sui posti di lavoro e ci si accorge come sia facile dimenticarsi di quelle precedenti.

Le rivoluzioni del passato

Le invenzioni nel corso della storia hanno cambiato il nostro modo di vivere e di relazionarsi con le persone, così come il mondo che ci circonda. Il motore a vapore ha innescato la rivoluzione industriale originale; la seconda rivoluzione fu guidata dalla scoperta dell’elettricità e dalla diffusione della produzione di massa, dei trasporti e del telefono. Con la terza è avvenuta la trasformazione da analogico a digitale che ci ha portato il personal computer e Internet. L’accesso alle informazioni è cambiato per sempre e la tecnologia ha modificato la forza lavoro.

La Quarta Rivoluzione Industriale

Klaus Schwab, Founder and Executive Chairman of the World Economic Forum (WEF) ha affermato “Paragonata alle rivoluzioni industriali precedenti, la quarta si sta sviluppando in modo esponenziale, trasformando più o meno ogni settore, in tutti i paesi.” Pensando alle rivoluzioni passate, le parole di Schwab rispecchiano la verità: il telefono ha impiegato decine di anni per raggiungere il 50% della popolazione degli Stati Uniti, mentre i cellulari solo cinque, nel corso degli anni ‘90, in base ai dati di  HBR Harvard Business Review.

Grazie all’accessibilità delle informazioni e alla collaborazione facilitate da Internet, l’adozione della tecnologia è più rapida che mai. Schwab spiega “L’innovazione nasce da aziende concorrenti agili e rivoluzionarie che, grazie all’accesso a piattaforme digitali globali per attività di ricerca, sviluppo, marketing, vendita e distribuzione, sono in grado di sorpassare i player storici, incrementando qualità, velocità e costi del valore garantito.”

Automazione Intelligente e Riqualificazione della forza lavoro

L’automazione intelligente richiede un grande sforzo per riqualificare la forza lavoro, e alcune mansioni scompariranno completamente. Il risultato di questi cambiamenti porterà, in base ai dati di MMcKinseycKinsey & Company, a 375 milioni di occupati che dovranno cambiare categoria lavorativa entro il 2030. L’azienda prevede anche che nel 60% dei casi almeno un terzo delle attività potrebbe essere automatizzato, implicando trasformazioni e cambiamenti significativi del posto di lavoro per tutti.

Insieme alla necessità di potenziare la forza lavoro, è importante tenere in considerazione il cambiamento generazionale. “I millennial rappresentano più della metà della forza lavoro e hanno aspettative elevate per vivere un’esperienza di lavoro gratificante e propositiva, che offra opportunità continue di apprendimento e sviluppo per un percorso di carriera dinamico (Deloitte 2016).

Investire nella formazione aziendale  

Coinvolgere i millennial, riqualificare la forza lavoro e investire in formazione aziendale sono attività provenienti dalla terza rivoluzione industriale relativamente nuove per i dirigenti, e resteranno importanti anche nel corso della quarta. Le piattaforme digitali globali, come descritto da Schwab, come quelle di apprendimento, sono il risultato di un’esigenza generale di sviluppo.

Con una forza lavoro che cambia e nuove tecnologie all’orizzonte, 8 dirigenti su 10 intervistati da Deloitte hanno indicato la formazione aziendale “importante” o “molto importante”. Deloitte sottolinea che “questa attenzione sembra appropriata, in quanto le opportunità di apprendimento sono uno dei maggiori fattori di coinvolgimento dei dipendenti e di cultura del posto di lavoro, e fanno parte dell’intera proposta di valore per i dipendenti, non solo un metodo per definire competenze.”

I dirigenti non solo comprendono l’importanza della formazione, ma vi stanno anche investendo. In base a una ricerca recente di Ernst & Young, “Più della metà dei dirigenti (55%) sta affrontando con fatica la selezione e l’assunzione di persone con i giusti skill. Molti stanno formando nuovamente le risorse esistenti per rispondere al meglio ai cambiamenti tecnologici.”

Experience Platform di apprendimento e Intelligenza Artificiale

Per riqualificare le masse, i responsabili di formazione e sviluppo hanno scelto l’apprendimento personalizzato. Curare i contenuti per i dipendenti esperti, valutare eventuali lacune e anche prevedere mancanze future, è possibile con le experience platform di apprendimento che sfruttano l’intelligenza artificiale.

Questo tipo di piattaforma è stato adottato da aziende che volevano riqualificare i dipendenti in modo veloce ed efficace e offrire sviluppo come beneficio per attrarre e fidelizzare talenti. Queste soluzioni, abbinate all’AI, possono aiutare le aziende a produrre contenuti rilevanti e coinvolgenti, da fornire in qualsiasi luogo e momento, nonostante le differenze generazionali.

Tecnologia: lo strumento che consente di adattarsi

Con il progresso e il tasso di crescita in costante aumento, la tecnologia, in particolare AI e automazione, trasformerà senza dubbio il modo di lavorare. Rispondere alla trasformazione, come è stato fatto per generazioni, sarà semplificato dalla tecnologia. L’intelligenza artificiale avrà un ruolo rilevante nel sostituire lavori e mansioni monotoni, e sarà ancora più importante nel guidare i dipendenti verso nuove posizioni, in modo più rapido rispetto al passato.

Si inviano messaggi ai familiari, snapchat agli amici, si usa Google per ottenere risposte, Uber/Lyft per andare in aeroporto e oggi tutto sembra naturale. Sembra quasi più innaturale non utilizzare la tecnologia, che ha eliminato i confini, la diffusione globale di idee ha aggiunto tecnologia per risolvere nuove problemi, e così continuare a fare. La quarta rivoluzione industriale causerà nuovi problemi, ma anche nuove soluzioni. Il cambiamento è inevitabile, ma alcune cose saranno familiari.

Tornando a Spyce, una volta preparato il pasto dal robot, un addetto chiama il vostro nome per la consegna a mano, augurandovi buona giornata.

Andrea Diazzi

Business Development Manager per l’Italia di Liferay

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5