Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Digital Servitization

Ricerche: quali competenze per la Digital servitization secondo ASAP

La community italiana sul service management e la servitizzazione, ha sviluppato una ricerca pluriennale per provare a colmare il fabbisogno di competenze richiesto dal processo di digital servitization e quindi identificare quali siano le figure professionali più ricercate dalle imprese e quali siano le competenze che ciascuna figura deve possedere

31 Gen 2019

Federico Adrodegari

Ricercatore post-doc presso il Laboratorio RISE dell’Università degli studi di Brescia

Il 45% della popolazione europea dispone di competenze digitali ridotte e il 26% non ne possiede affatto. Ecco perché probabilmente molte aziende (circa il 40% di quelle intervistate) ritengono che uno dei principali ostacoli all’introduzione di nuove tecnologie digitali in azienda risiede nella difficoltà a trovare candidati con profili di competenze adeguati ai bisogni di innovazione e trasformazione digitale. Questo mismatch risulta particolarmente critico perché rallenta il possibile sviluppo economico. è questo il quadro delineato da recenti studi condotti dal Joint Research Centre della Commissione Europea sul livello di conoscenze ed abilità digitali dei lavoratori e dei cittadini.

Le nuove tecnologie costituiscono i driver dell’innovazione dell’offerta e dei modelli di business. Ad esempio, sempre più aziende utilizzano queste tecnologie per passare dalla vendita di un prodotto (o servizio) all’offerta di soluzioni orientate a soddisfare i bisogni dei clienti. Questa trasformazione, nota ai più come digital servitization, crea però una forte discontinuità nel fabbisogno di competenze che non pare essere ancora del tutto compresa. Per superare questo gap, è necessario identificare quali siano le figure professionali più ricercate dalle imprese e quali le competenze che ciascuna figura deve possedere.

Le competenze agognate dalle aziende secondo ASAP

Il fremework proposto da ASAP (fonte: Paschou, Rapaccini e Adrodegari, 2018)

Lavorando in questa direzione, ASAP Service Management Forum, la community italiana sul service management e la servitizzazione, ha sviluppato una ricerca pluriennale per provare a rispondere a questo mismatch.  I risultati della prima parte di questa ricerca sono stati recentemente presentati e discussi in questo articolo.  In sintesi, secondo l’indagine condotta da ASAP sono 8 i ruoli fondamentali e 4 i pilastri chiave che le aziende dovrebbero sviluppare in termini di nuove competenze per la digital servitization.

Accanto alle note capacità di gestire, analizzare, elaborare, interpretare i dati – tipiche di un data analyts – per meglio supportare la trasformazione digitale verso i servizi le aziende necessitano di figure con la capacità di creare e ideare contenuti e soluzioni digitali, di figure con il giusto appetito per l’innovazione e l’orientamento al servizi, in grado di catalizzare l’attenzione verso le nuove tecnologie, di valutare rischi e opportunità, di supportare i progetti di introduzione di nuovi servizi digitali.

Un approfondimento a breve

Identificati e classificati competenze e ruoli, la ricerca è proseguita con l’obiettivo di approfondire come le aziende si stanno organizzando per sviluppare tali competenze in-house (formare, riqualificare, potenziare). Al contempo, il campione di indagine si è allargato da 20 a circa 100 aziende, raggiunte nella seconda parte della ricerca attraverso una survey estesa che ha voluto provare a trovare risposta alle seguenti domande:

  • Quale è oggi il livello di diffusione dei “4 pilastri” nelle aziende? Quale quello dei nuovi ruoli?
  • Come cambiano i modelli di reclutamento e formazione? Come rendere efficace la riqualificazione del personale esperto?

Tali domande troveranno risposta nel prossimo evento ASAP, (per maggiori informazioni e per iscriversi)  che si svolgerà il 27 febbraio a Brescia. Durante l’evento saranno illustrati e discussi i risultati del tavolo di lavoro ASAP che ha visti coinvolti oltre 40 tra CEO, direttori service ed HR manager. Inoltre, attraverso la presentazione di esperienze aziendali concrete di importanti aziende quali Vetrya, IBM Italia, Pietro Fiorentini e GE Digital, i partecipanti riceveranno elementi utili a progettare e realizzare la trasformazione delle risorse verso la digital servitization.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Federico Adrodegari
Ricercatore post-doc presso il Laboratorio RISE dell’Università degli studi di Brescia

Federico Adrodegari è ricercatore post-doc presso il Laboratorio RISE dell’Università degli studi di Brescia, dove svolge attività di ricerca, docenza e trasferimento con le imprese. Nel corso degli anni ha sviluppato progetti nell’ambito della gestione strategica e della supply chian delle aziende considerando aspetti gestionali, logistici, tecnologici, organizzativi ed informativi. Dal 2013 è responsabile della sezione machinery di ASAP SMF dove svolge prevalentemente attività di ricerca e trasferimento sulla service transformation, sull’innovazione dei modelli di business delle aziende manifatturiere e sulle nuove competenze.

Articolo 1 di 5