Manufacturing 4.0

Nell’hub di Bologna, Avanade richiama esperti da tutta Europa per accelerare sull’Industria 4.0

Il team che nei prossimi due anni riunirà 100 esperti tech provenienti da tutta Europa supporterà le aziende manifatturiere, clienti di Avanade, nella migrazione al cloud e nell’adozione delle nuove tecnologie emergenti, accelerando il loro percorso di transizione 4.0

18 Feb 2022

Inaugurato a gennaio 2022 il nuovo polo europeo di innovazione tecnologica per il settore manufacturing a Bologna, Avanade, – principale fornitore di soluzioni Microsoft – assumerà nei prossimi due anni 100 esperti provenienti da tutta Europa per aiutare i clienti a far leva sulle nuove tecnologie emergenti.

Il nuovo hub collegherà il Business Applications Software (ERP, CRM, Digital Marketing) basato su cloud con tecnologie come Internet of Things (IoT), Digital Twins (gemelli digitali), automazione, Intelligenza artificiale e Robotica con il fine di sostenere le aziende manifatturiere di tutte le dimensioni – dalle fabbriche alle grandi aziende – nella loro transizione digitale.

Il nuovo team farà parte del centro di eccellenza di Avanade focalizzato sull’offerta di soluzioni end-to-end per l’industria manifatturiera e avrà l’obiettivo di accelerare la condivisione circa le ultime tendenze e le soluzioni innovative per il settore manufacturing e sarà responsabile dello sviluppo di programmi di formazione intensivi per i colleghi in Europa.

“Molti produttori stanno ancora affrontando l’impatto quotidiano portato dalle interruzioni della supply chain e dalle aspettative in continua evoluzione dei consumatori – afferma Paolino Montanino, Head of ERP Europe di Avanade, a capo dell’iniziativa – Al contempo si stanno anche concentrando su iniziative di trasformazione più grandi per evolvere i luoghi di lavoro, rafforzare la resilienza operativa e creare organizzazioni agili e adattabili. La produzione responsabile e sostenibile sta anche guidando gli investimenti digitali nella industry”.

Base a Bologna per accelerare la condivisione di know-how ed efficienza dei processi

Avanade è alla ricerca di figure capaci di ricoprire diverse posizioni, dall’enterprise architech agli esperti tecnici, così come neolaureati per affrontare e superare la digitalizzazione dell’Industria 4.0. Basato negli uffici Avanade a Bologna, il team sarà composto principalmente da profili europei, ma saranno presi in considerazione anche candidati provenienti da tutto il mondo. Per questo motivo, la lingua parlata dalla unit sarà l’inglese.

WHITEPAPER
PREDICTIVE ANALYSIS: perché la manutenzione degli impianti è cambiata. Per sempre.
Big Data
Intelligenza Artificiale

“Nonostante apprezziamo e supportiamo i vantaggi del lavoro mobile, per alcuni progetti, una presenza locale è utile, specialmente nella fase di avvio. Vogliamo che i nostri clienti beneficino della conoscenza interdisciplinare dei nostri esperti dell’hub manufacturing, in particolare nella fase iniziale, quando si plasmano i progetti in modo significativo – spiega Montanino – Avere un team basato in un’unica sede accelererà e migliorerà la condivisione del know-how e l’efficienza dei processi”.

La città universitaria di Bologna è per questo un luogo ideale, sia in termini di opportunità culturali per i dipendenti sia di condizioni economiche e geografiche. Inoltre, con i suoi eccellenti collegamenti nazionali e internazionali per via aerea, ferroviaria e automobilistica, si trova nella Motor Valley italiana, sede di noti brand dei settori automobilistici e motorbike. Non a caso, Avanade offrirà anche soluzioni dedicati all’industry dell’automotive.

Per garantire l’arrivo dei futuri dipendenti, Avanade fornirà supporto finanziario e aiuto per i permessi di lavoro e di soggiorno. “Chiunque si unisca al team, in questo momento, potrà contribuire a plasmare la vision e la mission del progetto fin dall’inizio. Offriamo l’opportunità di sperimentare una cultura del lavoro da start-up ma con il sostegno di una grande azienda globale, in una città giovane e attraente” conclude Montanino.

Immagine fornita da Shutterstock

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3