Sitland Point of View

Sitland ricorre alla trasformazione digitale per ottimizzare produzione e attività  

La continua crescita ha indotto la vicentina Sitland, che opera nel settore dell’arredo di alta gamma, a rendere più fluidi e veloci i processi di produzione e di gestione delle commesse. L’obiettivo è stato raggiunto tramite la soluzione FLEX-MES di Tecnest con una precisione della data di consegna al cliente finale che si attesta oggi al 99,9%

26 Gen 2022

Avere un maggior controllo su tempi e commesse per riuscire a mantenere sempre alti standard qualitativi. Sono questi i motivi che hanno indotto l’azienda vicentina Sitland ad avviare un processo di trasformazione digitale che le consentisse di avere una maggiore visibilità su tutte le attività e un più ampio controllo sulla produzione. 

La situazione di partenza 

Nata nel 1977 e specializzata nella progettazione e produzione di sedute di design per il mondo dell’arredamento di alta gamma, l’azienda vicentina Sitland ha saputo conciliare un know-how tipico del made in Italy con i processi industriali e tecnologici più innovativi. Questo, assieme alla capacità di puntare sulla qualità come elemento differenziante, ha consentito a Sitland di avere una rapida e costante crescita. Oggi l’azienda annovera 150 dipendenti e ha un fatturato di 22 milioni di euro.  

La produzione di Sitland è strutturata su due stabilimenti che si occupano di tessuto/tappezzeria e assemblaggio. Piuttosto ampio il catalogo: sono 80 le famiglie di prodotto disponibili. Ogni produzione è sempre innescata dall’arrivo di un ordine cliente, secondo la logica produttiva MTO (Make to Order) e ATO (Assembly to Order). Il prodotto viene poi configurato nelle varie opzioni consentite. 

Sitland ha concentrato nei propri stabilimenti le operazioni di montaggio, collaudo, packaging e spedizione. A queste si aggiungono le lavorazioni di taglio e preparazione del tessuto che, a fronte della loro complessità, richiedono una particolare attenzione. 

Per alcune lavorazioni, in particolare per le finiture superficiali, Sitland si avvale di terzisti certificati. E sempre da aziende terze acquista tutti i materiali indispensabili al montaggio dei prodotti finiti. Questo continuo e importante ricorso ad aziende esterne ha portato Sitland a dover gestire una supply chain che diventava sempre più complessa.  

A fronte di questa situazione, è sorta l’esigenza di avere un maggior controllo su tempi e commesse al fine di riuscire a mantenere sempre gli alti standard qualitativi. 

Lo sviluppo del progetto 

Dopo aver valutato varie proposte, Sitland si è rivolta a Tecnest per avviare il progetto di digitalizzazione dei suoi due stabilimenti produttivi che le permettesse di raggiungere gli obiettivi che si era posta. 

Punto focale del progetto è stato l’efficientamento del processo di sequenziazione delle operazioni in entrambi i reparti produttivi. L’azienda aveva infatti espresso la necessità di poter avere uno strumento capace di mostrare con estrema chiarezza lo stato di ogni commessa. Dall’implementazione di un sistema MES (Manufacturing Execution System) all’interconnessione delle macchine di taglio (in linea con le disposizioni della normativa Industria 4.0) fino alla gestione del processo di produzione su terminali web, il progetto ha abbracciato le varie attività dei diversi reparti con l’obiettivo di migliorare l’utilizzo delle risorse. Obiettivo che è stato raggiunto tramite un processo di sequenziazione delle attività totalmente personalizzato che permette una programmazione operativa intuitiva e flessibile, con automatismi grafici di alert o warning in caso di ritardi, mancanza di materiali o mancato rispetto delle precedenze tra operazioni conseguenti. 

Sitland aveva, inoltre, la necessità di rendere intuitiva ed efficace la raccolta dei dati di produzione, tramite l’utilizzo di terminali distribuiti di reparto, ai fini dell’avanzamento degli ordini e della rendicontazione delle attività sia macchina sia manodopera. Bisognava poi fare in modo che venissero distribuite tutte le informazioni e i documenti di commessa a tutte le persone coinvolte nella produzione, in modo da assicurare il maggior aggiornamento possibile delle informazioni in reparto (disegni, foto, procedure, video), allineare real-time le informazioni di avanzamento degli ordini e delle commesse.  

 

La soluzione adottata 

La soluzione messa a punto da Tecnest, con FLEX MES, ha fornito a Sitland la possibilità di monitorare in modo rapido e intuitivo lo stato di fattibilità di ogni operazione produttiva, attraverso uno strumento grafico che si avvale della “logica semaforica” per comunicare lo stato di avanzamento delle operazioni precedenti rispetto a quella d’interesse e lo stato dei materiali disponibili. Associare dei colori permette ai pianificatori della produzione di sapere immediatamente quale operazione può essere eseguita subito e quale invece subirà modifiche o riorganizzazioni. 

Una seconda novità è rappresentata dalla possibilità di ottimizzare la gestione delle grandi commesse interpretabili come micro-commesse, più facilmente amministrabili e monitorabili, in un’ottica di Lean Management della produzione.  

È stato poi sviluppato un sistema per gestire correttamente i cicli tempo-varianti, in modo che si ridimensioni automaticamente la durata delle operazioni di assemblaggio al modificarsi del numero di operatori assegnati.  

 

I vantaggi ottenuti 

A fronte del progetto di trasformazione digitale realizzato da Tecnest, oggi Sitland dispone di un più preciso controllo sullo stato di avanzamento e sulla marginalità delle commesse favorito dalla consuntivazione dei dati di produzione e dal monitoraggio in tempo reale delle risorse e dei KPI eseguito con modalità avanzate e grafiche. Nonché, più in generale, di un aumento della produttività globale, consentito dall’impiego della suite Flex di Tecnest, che garantisce a Sitland il 100% della copertura funzionale.  

In termini numerici, la precisione della data di consegna conferma al ordine cliente finale si attesta oggi al 99,9%. La maggior velocità nel controllo della pianificazione della produzione e nell’efficienza produttiva, con una crescita dell’OEE (Overall Equipment Effectiveness) fino al 79%, ha permesso di portare la tempistica di lavorazione complessiva da 3 settimane a 2 settimane lavorative. Tra i vantaggi c’è anche una significativa riduzione dell’uso di documentazione cartacea e di calcoli con Excel (con una conseguente diminuzione del margine di errore) e l’ottimizzazione della comunicazione tra stabilimenti e del timing tra le varie operazioni di produzione e assemblaggio.  

https://migitaly.sharepoint.com/:i:/g/multimedia/ERUVSLb1DnhPgQenLDMtbjAB6XiJmtsFCWP75zX_ISlY0A

La situazione attuale 

Attraverso la soluzione FLEX MES di Tecnest, Sitland ha ottenuto il controllo sulla produzione e la visibilità sulle attività di cui necessitava. Questo le ha permesso di avere notevoli miglioramenti in termini di gestione delle operazioni di produzione (che è ora più facile e veloce) e di riduzione dei tempi. Le informazioni per le linee produttive sono più fluide e immediate, i dati precisi e la consultazione è rapida ed intuitiva. Si è poi creata una maggiore sinergia tra le attività dei reparti e del personale coinvolto nella produzione, che può avvalersi di un sistema di monitoraggio che evidenzia inefficienze e criticità, permettendo di conoscerne ed eliminarne le cause. A tutto beneficio di un migliore livello di servizio al cliente. 

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5