Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Industrial IoT

Qual è il ruolo delle Device Management Platform nello sviluppo dell’Industrial IoT

Come cambia il panorama della manifattura per effetto della diffusione dei modelli di Industrial IoT e qual è il ruolo delle Device Management Platform per garantire ambienti industriali più sicuri e scalabili

08 Ott 2018

Competizione globale e innovazioni tecnologiche dirompenti stanno cambiando profondamente il manufacturing, sotto la spinta della rivoluzione culturale e tecnologica dell’Industrial IoT e dell’Industria 4.0. E se negli anni Sessanta, l’obiettivo era ampliare la scala di produzione, nel decennio successivo il focus era sulla riduzione dei costi di produzione. Negli anni Ottanta l’attenzione era sulla qualità mentre negli anni Novanta la manifattura puntava sulla maggior velocità di rispondere alle richieste del mercato. Oggi l’attenzione dell’industria è focalizzata sul miglioramento della conoscenza (di processi, prodotti e clienti) e sui servizi.

Per approfondire la conoscenza delle opportunità Industrial IoT nell’Industria 4.0 e su come migliorare la protezione della fabbrica connessa scarica il white paper gratuito Le opportunità del sistema operativo aperto per l’IoT Cloud-Based

Si tratta di un cambiamento di prospettiva reso possibile dall’evoluzione delle tecnologie IT, dall’inclusione dell’Internet of Things a livello di shop floor, quindi direttamente negli impianti della fabbrica, e dalla diffusione di nuove logiche strategiche che portano le organizzazioni a muoversi sulla base di obiettivi TQSEK (Time-to-market, Quality, Services, Environment, Knowledge).

Cosa è l’Industrial IoT

Tra le varie declinazioni dell’Internet of Things (domotica e Smart building, Smart Mobility, Smart Energy, Smart City, Smart Agrifood), l’Industrial IoT è quello che riguarda il settore manifatturiero, dove le tematiche legate all’automazione si fondono con quelle legate all’universo della robotica e della produzione.

I guadagni a livello di efficienza operativa sono una delle maggiori attrattive dell’Industrial IoT. Attraverso l’automazione, e con l’introduzione di tecniche di produzione più flessibili, per esempio, i produttori sono in grado di aumentare la produttività fino al 30% (Accenture, “Driving unconventional growth through the Industrial Internet of Things”). La manutenzione predittiva degli asset e dei macchinari industriali è una delle applicazioni più “allettanti” per le aziende manifatturiere, con la possibilità di risparmiare fino al 12% dei costi di manutenzione ordinaria e ridurre di ben il 70% i fermi non preventivati, con un abbattimento che può arrivare al 30% dei costi di manutenzione.

Un progetto di Industrial IoT, però, va precisato, non si esaurisce con l’installazione di sensori e device smart. La creazione di un ambiente completo per connettere i dispositivi intelligenti e facilitare lo scambio dati da e con i sistemi di gestione della fabbrica connessa è, infatti, fondamentale. Un ruolo che le Device Management Platform (DMP) svolgono al meglio, favorendo anche la protezione, il monitoraggio e la scalability nell’Industry 4.0. Ma cosa è concretamente una DMP?

Caratteristiche e benefici di una IoT DMP

Le DMP sono piattaforme che assicurano funzionalità di registrazione, provisioning, configurazione, amministrazione, monitoraggio, aggiornamento, controllo e diagnostica dei dispositivi IoT, oltre a capacità di aggiornamento dei firmware, security patching, gestione degli allarmi e reportistica su specifiche metriche associate agli asset IoT.

Si tratta, generalmente, di soluzioni e servizi cloud erogati secondo la formula del PaaS (Platform-as-a-Service), dove il provider mette a disposizione del plant manager un ambiente facilmente integrabile all’interno dell’infrastruttura IT presente in fabbrica, flessibile e personalizzabile. Un ambiente che permettere di connettere i dispositivi smart e facilitare lo scambio dei dati tra sensori e macchinari intelligenti, ottimizzare la produzione e la logistica oltre ad abilitare le analisi dei dati in tempo reale direttamente in fabbrica (Edge Analytics). (leggi al riguardo l’articolo Ecco come IoT e data analytics diventano una piattaforma di sviluppo del business )

Interoperabilità tra standard e protocolli di fabbrica

Un ambiente che, se basato su standard aperti e condivisi, funge anche da ambiente di sviluppo rapido per le applicazioni di Industrial IoT. Fondamentale, in questo senso, il ruolo dei sistemi operativi delle piattaforme DMP, che creano una foundation comune in grado di rendere interoperabili tra loro gli standard e i protocolli diversi che negli anni si sono stratificati in fabbrica, i metodi e le reti di comunicazione di impianti e shopfloor connessi. Un OS ottimizzato per le applicazioni di Industrial IoT come Siemens MindSphere, che proietta le fabbriche tradizionali nella nuova era dell’Industria 4.0, in modo rapido e in tutta sicurezza.

Collegando le macchine e le infrastrutture fisiche dello shopfloor a tutto il mondo digitale, MindSphere fornisce una foundation solida e sicura per le applicazioni di ultima generazione, dalla manutenzione predittiva alla gestione intelligente dei consumi energetici, fino all’ottimizzazione di tutte le risorse della fabbrica intelligente.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5