Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Startup

Smart City e Smart Home, Enercom chiama a raccolta le startup

C’è tempo sino al 27 maggio 2019 per presentare progetti innovativi in grado di innovare questi due ambiti. Il vincitore della call4startup avvierà un percorso con il Gruppo Enercom

24 Apr 2019

Incoraggiare l’innovazione in due ambiti fondamentali per la nostra vita privata e pubblica, vale a dire Smart Home e Smart City: il Gruppo Enercom, società storicamente attiva nel mercato Energy & Utilities, ha deciso di avviare il progetto Innovation2live, realizzato in collaborazione con il Gruppo Digital 360. La prima iniziativa è una call4startup, dedicata a individuare progetti innovativi nel settore Smart Home e Smart City. In particolare, l’obiettivo è quello di trovare progetti di illuminazione pubblica e di distribuzione del gas con servizi e soluzioni alternativi a quelli attualmente presenti sul mercato, così come proposte nel campo dell’Internet of Things capaci di portare a una maggiore efficienza energetica e un controllo dei consumi. Sarà possibile candidarsi alla call entro il prossimo 27 maggio 2019, presentando la propria candidatura direttamente su questa pagina. Un apposito comitato di valutazione selezionerà cinque finalisti, che proporranno poi il progetto all’evento conclusivo, in programma per luglio 2019, per concorrere alla vittoria finale. Non sono previsti premi in denaro, ma il progetto vincitore avrà infatti l’opportunità di avviare con il Gruppo Enercom un percorso di conoscenza e di accelerazione.

“E’ la prima attività di open innovation così organizzata che facciamo – ha dichiarato in un’intervista a Startup Business la Presidente del Gruppo Enercom, Cristina Crotti. – anche se siamo sempre stati molto curiosi cercando negli anni di innovare tecnologie e processi. Ora pensiamo sia il momento, che sia quasi doveroso, per un’azienda come la nostra fare un’attività di open innovation, non in senso meramente ‘opportunistico’, cioè per il solo nostro interesse, ma come dovere sociale. Pensiamo che la nostra industria, quella dell’energia abbia oggi molte opportunità di sviluppo, a cominciare da quelle legate all‘ambiente. Aprirci a idee e soluzioni in questa direzione, in modo strutturato, è dunque molto importante”.

Per ulteriori informazioni sull’iniziativa è possibile scrivere a innovation2livecall@digital360.it

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

S
smart city
S
smart home

Articolo 1 di 4