Logistica sanitaria: Bomi Group in Cloud con Microsoft - Industry 4 Business

Logistica sanitaria: Bomi Group in Cloud con Microsoft

La multinazionale italiana che fornisce soluzioni di logistica sanitaria ha scelto il Cloud e la suite di produttività Microsoft 365 a supporto del proprio percorso di crescita globale in chiave digitale

04 Nov 2020

Una multinazionale italiana attiva nel campo della logistica integrata a servizio del settore Healthcare, che guarda al Cloud e che decide di affidarsi a Microsoft per affrontare un percorso di crescita globale in chiave digitale. L’obiettivo di Bomi Group è fare leva sul Cloud e sulla piattaforma Microsoft 365 per ottimizzare la produttività e la collaborazione tra i suoi oltre 2.100 dipendenti, dislocati in 20 Paesi nel mondo. Gli applicativi inclusi nella suite permetteranno di promuovere la diffusione di best practice e la cultura aziendale, ma anche di razionalizzare l’infrastruttura tecnologica, precedentemente disomogenea e basata su soluzioni di diversi provider.

Il piano strategico, supportato dal partner tecnologico NPO Sistemi e accelerato dall’emergenza sanitaria e dalla necessità di lavoro da remoto, intende connettere tutti i dipendenti dell’azienda – dal management al’’amministrazione, dai magazzinieri agli autisti – ovunque essi si trovino, promuovendo lo scambio di esperienze e la creazione di una community globale tramite applicazioni come Microsoft Teams, piattaforma di comunicazione e collaborazione unificata e Yammer, servizio di social network aziendale freemium.

Facilitando l’accesso rapido e sicuro a documenti e moduli di formazione, nonché ad informazioni strategiche, Microsoft 365 supporta il lavoro di squadra, la condivisione di un flusso costante di informazioni e del quality management. Alessandro Antonucci-Tarolla, CIO di Bomi aggiunge “I punti di forza della suite sono l’integrazione tra le diverse applicazioni e le garanzie di sicurezza e privacy offerte, che in un settore strategico come quello sanitario sono essenziali. Per il futuro, contiamo di ampliare l’utilizzo di funzionalità come Teams, Yammer e Power BI, e di estendere la nostra partnership con Microsoft nell’ambito del cloud ibrido, facendo leva sui servizi innovativi, sulla potenza e sulla scalabilità di Azure”.

 

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 2