SURVEY

Innovazione, sostenibilità, human centricity e knowledge management: partecipa alla ricerca su Industry 5.0

Da Laboratorio RISE, Università degli Studi di Brescia e Università degli Studi di Roma Tor Vergata un invito alle imprese del mondo manifatturiero ad aderire alla ricerca “Il Futuro della Manifattura: Navigando tra Digitale, Conoscenza e Cambiamenti Sostenibili”

Pubblicato il 19 Ott 2023

shutterstock_1937069089(mod)

Il Futuro della Manifattura: Navigando tra Digitale, Conoscenza e Cambiamenti Sostenibili” questo è il titolo della nuova ricerca organizzata da Laboratorio RISE dell’Università degli Studi di Brescia in collaborazione con l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata. Una survey che si pone l’obiettivo di rappresentare in modo dinamico i benefici, gli ostacoli, i livelli di adozione della digital transformation nel manufacturing italiano guardando oltre l’Industry 4.0 per analizzare le sfide della transizione green e dell’Industry 5.0.

Partecipa alla ricerca QUI

Le prospettive che si possono aprire grazie al Paradigma 5.0 nascono proprio con l’obiettivo di unire le potenzialità dell’innovazione digitale con gli obiettivi di una trasformazione sostenibile che siano nello stesso tempo in grado di dare vita a una competitività in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile e di inclusione. Questi elementi sono stati arricchiti anche dal tema del knowledge management con l’obiettivo di portare l’attenzione verso la creazione di una conoscenza che sia sempre di più al servizio dello sviluppo delle imprese e del contesto sociale e territoriale.

La ricerca pone l’attenzione sui trend dell’Industria 5.0 sul ruolo delle tecnologie digitali, della sostenibilità ambientale e del fattore umano in relazione a macchine, tecnologie e responsabilità sociale in linea con i criteri di valutazione delle logiche ESG.

Il ruolo del knowledge management nell’Industry 5.0

La scelta di allargare l’analisi ai temi del knowledge management risponde alla necessità di valutare al meglio le nuove potenzialità abilitate dalla disponibilità di dati e di tecnologie a disposizione delle aziende che possono accedere a nuove forme di “trasformazione del dato in conoscenza“.

Il gruppo di lavoro ha scelto di indagare l’implementazione e l’utilizzo delle nuove tecnologie nel manifatturiero con un orientamento verso i principi di conoscenza dell’Industry 5.0 considerando non solo l’aspetto tecnologico, ma anche quello umano. Una scelta che invita a prendere in considerazione non solo l’insieme dei dati e delle informazioni che possono essere catturate e scambiate grazie al digitale, ma che si focalizza sulle modalità con cui questo patrimonio di informazioni diventano conoscenza e saggezza, da intendersi come capacità di prendere decisioni orientate verso una innovazione responsabile.

Più in generale il format della ricerca punta a fornire una analisi del mondo manifatturiero italiano con il coinvolgimento di aziende italiane o multinazionali che contano almeno su un plant produttivo in Italia, di qualsiasi dimensione. La struttura della ricerca è finalizzata a offrire elementi di valutazione in merito al livello di adozione, di benefici potenziali o acquisiti e di individuazione degli ostacoli che impediscono ad alcune imprese di adottare un determinato set di tecnologie. Relativamente agli aspetti della sostenibilità ambientale la ricerca è impostata a sua volta per capire il livello di maturità nell’adozione, nei benefici e nelle criticità.

Un feedback immediato sul posizionamento della vostra impresa e un report dettagliato al termine dell’analisi completa

Chi partecipa alla ricerca potrà disporre di feedback immediato al termine della compilazione su un radar charter che mostra una prima valutazione in termini di posizionamento dell’azienda riguardo alla propria maturità digitale, all’adeguatezza all’introduzione di tecnologie, alla maturità sulle pratiche di sostenibilità e alla maturità sulle aree del knowledge management. Al termine delle attività di analisi della ricerca, a ciascun partecipante verrà messa a disposizione un’analisi di benchmarking con un posizionamento rispetto al campione.  A tutto questo si aggiunge inoltre la possibilità di partecipare a un evento nel quale verrà presentata e analizzata la ricerca nella primavera del 2024.

Le figure aziendali potenzialmente più interessanti sui temi della ricerca vanno dal top management al mondo dei sistemi informativi, dai responsabili delle operations, alla Supply chain, dalla produzione alle risorse umane, dall’innovazione ai Sustainability manager.

   Partecipa subito alla ricerca QUI

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 3