Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Schneider Electric entra nella Cybersecurity coalition

La convergenza progressiva IT-OT richiede una maggiore attenzione alla sicurezza informatica che, a sua volta, presuppone la collaborazione tra attori diversi

10 Apr 2019

La progressiva convergenza tra IT e OT in fabbrica apre numerose opportunità per gli operatori ma, d’altra parte, impone una maggiore attenzione dal punto di vista della sicurezza informatica. Come hanno infatti dimostrato numerosi attacchi del cybercrime, i sistemi ormai aperti delle fabbriche vanno adeguatamente difesi dal cybercrime. Un compito che richiede la collaborazione di attori differenti: per questo motivo Schneider Electric ha annunciato il suo ingresso nella Cybersecurity Coalition, un’iniziativa promossa da aziende di diversi settori produttivi per rendere più sicura l’economia digitale. In particolare, l’obiettivo è promuovere un ecosistema di cybersecurity attivo e robusto, capace di supportare lo sviluppo e l’adozione di innovazioni nel settore.

WHITEPAPER
Cybersecurity: come superare efficacemente le vulnerabilità delle tecniche di Intelligenza Artificia
IoT
Sicurezza

Schneider Electric era ovviamente già attiva nel campo della sicurezza informatica, grazie ad esempio alla sua piattaforma software Ecostruxure, e con il suo ingresso nella coalizione cercherà di supportare il modo in cui agenzie e enti regolatori pubblici, enti di standardizzazione internazionale, ricercatori in ambito security, vendor, partner e clienti lavorano insieme per affrontare i rischi della cybersecurity. “Entrare nella Coalition dimostra che Schneider Electric prende sul serio le sfide della cybersecurity e ci impegniamo a giocare un ruolo di primo piano nello sviluppo di soluzioni. Partecipando, abbiamo un posto a un tavolo intorno a cui si possono avviare conversazioni aperte, trasparenti e sicure – per accrescere l’adozione di policy e normative cybersecurity a vantaggio dei nostri clienti, partner e di tutti gli stakeholder – comprese le comunità in cui operiamo” ha dichiarato Hervé Coureil, Chief Digital Officer, Schneider Electricle

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

S
Schneider Electric

Approfondimenti

C
Cybersecurity
S
sicurezza

Articolo 1 di 3