Machine Builder

Il 3D sempre più al servizio del machinery

Grazie alla suite Product Design & Manufacturing Collection di Autodesk, l’azienda piemontese GAI può gestire in modo continuativo e collaborativo tutte le fasi di ricerca e sviluppo, progettazione e produzione delle macchine imbottigliatrici

03 Giu 2020

L’impiego della suite Product Design & Manufacturing Collection di Autodesk consente a GAI, azienda del mondo Machine builder piemontese che produce macchine imbottigliatrici, per avere un unico ambiente operativo in cui realizzare i modelli digitali degli impianti per l’imbottigliamento e gestire tutte le informazioni sulle parti di cui si compongono grazie all’integrazione con il sistema gestionale ottenendo, in automatico, le distinte base. Da lì il modello 3D è al centro dell’attività lungo tutte le fasi di produzione sino all’officina, in cui i pezzi vengono realizzati e poi assemblati.

GAI progetta e produce internamente più del 90% delle parti che compongono gli impianti. E come sottolinea il CEO Guglielmo Gai “Il nostro è un modello all’avanguardia che ci permette di fare sempre meglio. Digitalizzazione e industrializzazione sono alla base di tutti processi di produzione e di gestione e sono visibili in ogni reparto, dalla progettazione delle macchine fino alla gestione automatizzata del magazzino”.

Nel corso degli anni, le soluzioni dell’azienda statunitense che realizza software e servizi rivolti alla progettazione di infrastrutture, costruzioni civili e industriali, ma anche di contenuti multimediali per l’intrattenimento, progettazione meccanica e manifatturiera, hanno aiutato GAI ad affrontare efficacemente le sfide del mercato e sempre con un occhio di riguardo all’innovazione.

Tutte le componenti della Product Design & Manufacturing Collection generano vantaggi significativi nell’attività di GAI.

  • Inventor e Vault Professional: il software di modellazione 3D per la progettazione meccanica e il  software per la gestione dei dati CAD, consentono di disporre di un archivio di disegni dei progetti realizzati, e disporre della tecnologia per apportare qualsiasi ricambio necessario ai clienti.  Vault Professional permette di condividere e gestire in tempo reale la documentazione generata dall’ufficio tecnico a tutti i reparti aziendali. E’ possibile verificare che non ci siano interferenze già in fase di progettazione e fornire al personale in officina prototipi virtuali pronti da utilizzare, con un abbattimento del rischio di errore del 90% rispetto alla progettazione tradizionale e una accelerazione della produzione, senza compromessi in qualità.

  • FeatureCAM consente al reparto fresatura dell’azienda di generare in modo semplice e rapido dal modello 3D presente in Vault il programma utilizzato per la costruzione dei pezzi con i torni multi-mandrino e le macchine tornio-fresa. Anche in questa fase, l’azienda ha riscontrato un abbattimento dei tempi e del margine di errore. Potendo verificare collisioni e avendo il totale controllo degli impianti di fresatura, è possibile ottenere parti molto elaborate, pronte per essere assemblate.
WHITEPAPER
Che differenza c’è tra i Business Continuity e Disaster Recovery?
IoT
Manifatturiero/Produzione

  • Nastran, software di analisi degli elementi finiti incorporato in CAD, favorisce la simulazione delle prestazioni degli elementi sollecitati che vanno a integrarsi nelle macchine imbottigliatrici. Con Nastran è possibile verificare le performance in anticipo, in modo da avere maggiore sicurezza in fase di collaudo.

  • 3DS Max permette di generare rendering degli impianti per brochure e materiale marketing, o anche per presentare il prodotto finito in anteprima ai clienti dell’azienda.

  • Forge, piattaforma con strumenti di sviluppo in cloud, con cui GAI sta sviluppando un portale per mettere a disposizione dei propri rivenditori i modelli 3D in cui individuare le parti di ricambio da fornire ai clienti.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5