METAVERSO

Metaverso Industriale: Trasformazione e Innovazione per le Imprese Manifatturiere

Il Metaverso Industriale rappresenta oggi una opportunità per le imprese manifatturiere digitalizzate, aprendo di fatto un nuovo universo di possibilità, casi d’uso, applicazioni, benefici. Per Siemens è una frontiera da esplorare con un approccio strutturato e di ecosistema

Pubblicato il 22 Set 2023

Diritti immagine di Siemens

Se è vero che nell’immaginario comune il termine “Metaverso” è spesso associato a un’idea di mondi virtuali, popolati da personaggi di fantasia, creati per offrire nuove esperienze nell’ambito del gaming, dello shopping o del marketing, esiste una ulteriore declinazione di questo termine, che sta guadagnando attenzione e rilevanza crescenti: il Metaverso Industriale.
Si tratta di una declinazione specifica del Metaverso, di una combinazione di diverse leve tecnologiche applicate al mondo industriale destinata, secondo molti analisti, a giocare un ruolo importante nel mondo manifatturiero. ABI Research, ad esempio, prevede che il mercato delle tecnologie che abilitano il metaverso industriale, a partire dal digital twin, possa raggiungere i 100 miliardi di dollari entro il 2030, come emerge da una ricerca condotta dal MIT Technology Review per conto di Siemens. Una cifra ben superiore ai 50 miliardi previsti per le applicazioni del Metaverso nel settore consumer e ai 30 miliardi previsti invece in scenari aziendali.

Come già accennato, il Metaverso Industriale utilizza una serie di tecnologie avanzate per creare una rappresentazione digitale di sistemi complessi come macchine, fabbriche, città, reti di trasporto, impianti industriali… Queste rappresentazioni virtuali possono essere utilizzate per monitorare, simulare e ottimizzare il funzionamento di ciascun sistema in tempo reale, offrendo un livello di dettaglio e precisione senza precedenti.

Le tecnologie cardine del Metaverso Industriale

Sono molte le tecnologie che contribuiscono a questa innovazione, un vero e proprio punto di svolta per il comparto manifatturiero: Digital Twin, IoT, Intelligenza Artificiale, Machine Learning, Cloud, Edge Computing, Reti e connettività costituiscono infatti la base tecnologica sulla quale si fonda il Metaverso Industriale.

Si parte con il digital twin che del Metaverso Industriale rappresenta di fatto il cuore. Questo “gemello digitale” è un modello virtuale che riproduce fedelmente un oggetto, un processo, una macchina o anche una persona del mondo reale. La rappresentazione è dinamica e integra tutti i dati relativi a ciò che deve replicare lungo l’intero ciclo di vita dell’oggetto o del processo.
Ma non basta.
Le altre tecnologie delle quali abbiamo fatto cenno giocano un ruolo complementare e consentono di dare forma e struttura al Metaverso Industriale. L’Internet of Things (IoT), ad esempio, consente la raccolta di dati da un’ampia varietà di dispositivi e sensori. L’Intelligenza Artificiale (AI) e il Machine Learning offrono potenti strumenti per l’analisi dei dati e il rilevamento di pattern. Il Cloud e l’Edge Computing forniscono la potenza di calcolo e la capacità di archiviazione necessarie per gestire grandi quantità di dati. Le reti 5G e 6G assicurano una comunicazione veloce e affidabile. La Blockchain offre un livello di sicurezza e privacy senza precedenti. Infine, la Realtà Virtuale e la Realtà Aumentata abilitano un’esperienza immersiva e interattiva con i digital twin.

Digital enterprise siemens
Digital Enterprise (diritti immagine Siemens)

Casi d’uso e applicazioni del Metaverso Industriale

Il metaverso industriale si presta a essere adottato in un’ampia varietà di settori industriali, che spaziano dal manifatturiero ai trasporti, dalle utility allo sviluppo urbano, dall’automotive alla medicina. Quanto ai casi applicativi, sembra quasi esserci solo l’imbarazzo della scelta: progettazione, design, ingegnerizzazione, test e convalida, ottimizzazione, Virtual Commissioning, formazione e training.

Per quanto riguarda ad esempio le fasi di progettazione, design e ingegnerizzazione, l’adozione del Metaverso Industriale può consentire a team distribuiti geograficamente di collaborare in tempo reale su progetti complessi. Analogamente, le fasi di test e convalida possono essere effettuate in un ambiente virtuale, riducendo i costi e i rischi associati alla produzione di prototipi fisici. Il Virtual Commissioning permette di testare e ottimizzare i processi di produzione prima dell’implementazione effettiva, mentre la formazione e il training possono essere effettuati in un ambiente sicuro e controllato.

La proposta di Siemens per il Metaverso Industriale

Il Metaverso Industriale rappresenta per Siemens una delle principali scommesse di questi ultimi anni. Una scelta strategica che ha portato anche alla collaborazione con un vero e proprio ecosistema di partner.
In particolare, l’estensione della partnership con NVIDIA ha permesso di abilitare il metaverso industriale e aumentare l’uso della tecnologia digital twin guidata dall’AI che contribuirà a portare l’automazione industriale a un nuovo livello.

Primo passo di questa collaborazione, è il collegamento di Siemens Xcelerator, la piattaforma digitale aperta, e NVIDIA Omniverse™, una piattaforma per la progettazione e la collaborazione in 3D. Ciò consentirà di creare un metaverso industriale con i modelli digitali “fisici” di Siemens e l’intelligenza artificiale in tempo reale di NVIDIA, grazie al quale le aziende potranno prendere decisioni in modo più rapido e sicuro.

Il Metaverso Industriale e la sostenibilità

Finora abbiamo sottolineato come il Metaverso possa giocare un ruolo importante in un ambiente industriale in un’ottica di velocizzazione e ottimizzazione di alcuni processi. C’è tuttavia un ambito ulteriore nel quale il metaverso industriale può svolgere un ruolo chiave: la promozione di pratiche sostenibili. Grazie all’uso di digital twin, AI e altre tecnologie avanzate, le aziende possono comprendere come ridurre l’impatto ambientale delle loro attività, migliorare l’efficienza energetica e promuovere l’economia circolare. Ad esempio, grazie al digital twin è possibile capire quali pratiche o quali processi possono essere implementati o modificati al fine di ridurre le emissioni di carbonio, ottimizzare i consumi energetici e minimizzare gli sprechi fisici.

Siamo dunque di fronte a una vera e propria frontiera tecnologica che offre enormi opportunità per le imprese manifatturiere. Con la sua capacità di replicare sistemi complessi in un ambiente virtuale, può portare a una maggiore efficienza, produttività e sostenibilità, trasformando il modo in cui le aziende operano e competono nel mercato globale.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

G
Carmelo Greco

Articoli correlati

Articolo 1 di 5