Agevolazioni

Investimenti sostenibili 4.0: sul piatto 400 milioni per le imprese del Mezzogiorno

Definiti i termini e le modalità di presentazione delle domande di ammissione alle agevolazioni previste dalla misura che sostiene il processo di transizione delle PMI delle Regioni meno sviluppate del Mezzogiorno verso il paradigma del Piano Transizione 4.0, mediante l’incentivazione di investimenti imprenditoriali innovativi e sostenibili. Le domande devono essere presentate online sulla piattaforma di Invitalia a partire dal 18 ottobre 2023, ma potranno essere compilate a partire dal 20 settembre

Pubblicato il 01 Set 2023

shutterstock_2280867335 (1)

A partire dal 18 ottobre 2023, le micro, piccole e medie imprese delle Regioni Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sicilia e Sardegna potranno presentare domanda per accedere alle agevolazioni previste dalla misura Investimenti sostenibili 4.0. Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy (MIMIT) ha messo in campo 400 milioni di euro previsti dal Programma Nazionale “Ricerca, Innovazione e Competitività per la transizione verde e digitale” FESR 2021-2027 con l’obiettivo di incentivare investimenti imprenditoriali innovativi e sostenibili che facciano ampio ricorso alle tecnologie digitali, in linea con il piano Transizione 4.0.

Via agli incentivi per i progetti ad elevato contenuto tecnologico

Nello specifico, i programmi dovranno prevedere l’utilizzo delle tecnologie abilitanti (internet of things, cloud computing, additive manufacturing, big data analytics, robotica avanzata, realtà aumentata, cybersecurity) per l’ampliamento della capacità produttiva, la diversificazione della produzione, la realizzazione di nuovi prodotti o la modifica del processo di produzione già esistente o la realizzazione una nuova unità produttiva.

Ai fini della valutazione delle istanze saranno riconosciuti punteggi aggiuntivi ai programmi caratterizzati da particolare contenuto di sostenibilità ed efficienza energetica.

Le agevolazioni saranno concesse nella forma del contributo in conto impianti e del finanziamento agevolato e potranno coprire fino al 75% delle spese ammissibili (macchinari, impianti, attrezzature, opere murarie, programmi informatici e licenze, acquisizione di certificazioni ambientali, servizi di consulenza).

Termini e modalità di presentazione delle istanze

Le domande di accesso alle agevolazioni sono concesse sulla base di una procedura valutativa a sportello. Devono essere presentate, esclusivamente per via telematica, nell’apposita sezione “Investimenti sostenibili 4.0 – PN RIC 2021-2027” del sito web dell’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa S.p.A. (Invitalia). Nella stessa sezione è pubblicata, inoltre, la necessaria modulistica.

Il decreto direttoriale del 29 agosto ha definito l’iter di presentazione per l’accesso alle agevolazioni che sarà articolato in due fasi: compilazione della domanda per via telematica dalle ore 10.00 del 20 settembre 2023; invio della domanda di accesso alle agevolazioni dalle ore 10.00 del 18 ottobre 2023.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 5