Analisi

Device Tech ricondizionati: vendite in crescita in Italia nel 2023

CertiDeal scatta un’istantanea del 2023 sull’interesse crescente per la sostenibilità e l’economia circolare nel mercato italiano dei device tech ricondizionati

Pubblicato il 25 Gen 2024

In Europa ogni anno si generano all’incirca 261 milioni di tonnellate di emissioni di CO2 equivalenti e 35 milioni di tonnellate di rifiuti tecnologici (RAEE). Numeri a cui il mercato dei dispositivi tech ricondizionati può far fronte contribuendo alla necessità di ridurre l’impatto ambientale del consumo di massa. Nel mentre, la recente proposta del Parlamento Europeo, approvata nel mese di novembre 2023, per potenziare il diritto alla riparazione sottolinea l’urgenza di agire e promuovere modelli di consumo più sostenibili.

L’interesse crescente per la sostenibilità e l’economia circolare nel settore tech si sta ripercuotendo positivamente sulla fiducia per i dispositivi ricondizionati, un fenomeno in costante crescita sia in Italia che all’estero. Il che suggerisce la propensione sempre più solida dei consumatori verso un consumo consapevole e responsabile. Oltre a ciò, si evince che i mondi della sostenibilità e della tecnologia – spesso percepiti erroneamente distanti – possono confluire in un percorso di crescita sinergico verso nuovi modelli votati alla produzione sostenibile e al manifatturiero sostenibile.

In questo contesto, CertiDeal, specialista francese dei device tech ricondizionati tra cui iPhone, Samsung, iPad e Mac, ha analizzato lo stato dell’arte del mercato italiano dei dispositivi ricondizionati nel 2023, rivelando i dati chiave, tra nuove sfide e trend innovativi.

Cresce il mercato italiano dei ricondizionati: +15% sul 2022

Riguardo la situazione italiana del mercato dei ricondizionati, CertiDeal ha registrato nel 2023 un incremento delle vendite del 15% rispetto al 2022. Un dato incoraggiante che va in contro tendenza rispetto alle diverse sfide inflattive che hanno interessato la nostra penisola lo scorso anno e che contribuisce alla mitigazione dell’impatto ambientale. Gli smartphone rimangono i protagonisti, seguiti da pc, laptop e tablet, con una crescente adozione anche nel settore degli elettrodomestici come lavatrici, forni e frigoriferi.

I giovani strizzano l’occhio alla sostenibilità

L’analisi rivela inoltre interessanti differenze generazionali. Quello che emerge dai dati è che i giovani (18-24 e 25-34 anni) sono particolarmente sensibili alla sostenibilità, preferendo prodotti green e dispositivi di alta qualità a prezzi accessibili. Fra i meno avvezzi al mondo ricondizionati invece, gli over 55, ultimi in classifica per volumi d’acquisto.

Al primo posto ci sono gli smartphone

Volgendo lo sguardo ai momenti preferiti per lo shopping durante l’anno, al primo posto si posiziona la peak season, con gli sconti del black friday e il periodo che porta fino al Natale. C’è chi però preferisce superare le feste e attendere i saldi di gennaio per regalarsi il nuovo smartphone a un prezzo ribassato.

Analizzando le preferenze in termini di brand e modelli, secondo i dati d’acquisto rilasciati da CertiDeal, gli iPhone di Apple continuano a detenere il primato, con percentuali notevolmente superiori rispetto agli altri dispositivi disponibili sulla piattaforma. Nel corso del 2023, infatti, i modelli più acquistati dai consumatori sono stati iPhone 12, iPhone 12 Mini, iPhone 11 e iPhone SE 2020. Sempre più spesso, inoltre, chi sceglie di comprare un nuovo telefono, acquista direttamente sul sito anche gli accessori ad esso complementari, fra cui per esempio cover, vetrino protettivo e caricatore.

La tendenza alla ricerca di prodotti sostenibili aumenterà

Sulla base delle vendite del 2023, CertiDeal è in grado di fare alcune previsioni sulle tendenze che caratterizzeranno il 2024 nel mercato italiano dei ricondizionati. Oltre al mantenimento dell’interesse verso gli iPhone, con possibili nuovi modelli che cattureranno l’attenzione dei consumatori, un dato interessante è quello che concerne la tendenza alla ricerca di prodotti sostenibili e di alta qualità che dovrebbe continuare a crescere, spingendo il mercato verso una maggiore diversificazione e una più ampia adozione degli elettrodomestici ricondizionati anche nella prospettiva di gestire meglio l’LCA Lyfe Cycle Assessment.

Qualità, sostenibilità ed economicità: il mantra di CertiDeal

Fondata nel 2015 a Levallois, nei pressi di Parigi, CertiDeal è un’azienda francese specializzata nella vendita di dispositivi elettronici ricondizionati che da due anni è presente anche in Italia. Sono tutti certificati internamente, dotati di una garanzia valida fino a 24 mesi e a prezzi competitivi rispetto ai nuovi dispositivi. Oggi CertiDeal conta attualmente oltre 300.000 clienti distribuiti nei mercati francese, italiano, spagnolo e belga.

La filosofia di CertiDeal è radicata nella qualità, nell’impegno e nella passione per contribuire a un mondo più consapevole dell’impatto ambientale derivante dai rifiuti tecnologici. L’azienda ha ottenuto diverse certificazioni in materia di sostenibilità, tra cui la norma ISO 14001, che riconosce il suo forte impegno per la responsabilità sociale d’impresa (CSR), e la certificazione US R2:2013, che attesta che le pratiche di gestione e trattamento dei rifiuti elettronici rispettano gli standard del settore.

Salvatore Macrì, Country Manager di CertiDeal, afferma: “Il nostro impegno è coniugare sostenibilità ed eccellenza tecnologica, rendendo accessibili prodotti di alta qualità a tutti. Offriamo 24 mesi di garanzia, prezzi competitivi, una vasta gamma di prodotti, prestando particolare attenzione all’esperienza dei nostri clienti, che ci scelgono anche grazie al passaparola di amici e familiari. La nostra missione, infatti, è costruire una community di consumatori consapevoli e soddisfatti, dove la fiducia nel nostro marchio si diffonde attraverso esperienze positive. Continueremo a lavorare instancabilmente per mantenere gli standard di qualità, sostenibilità ed economicità che caratterizzano l’esperienza CertiDeal.”

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 4