Intelligenza artificiale

Smart manufacturing, SAP punta sull’AI per innovare la gestione della supply chain



Indirizzo copiato

SAP annuncia gli sviluppi dell’Intelligenza Artificiale nelle sue soluzioni per la supply chain, puntando a rivoluzionare produttività, efficienza e precisione nel settore manifatturiero

Pubblicato il 23 apr 2024



shutterstock_2029089578 (2) (1)

SAP ha reso noti i progressi dell’Intelligenza Artificiale nelle sue soluzioni per la supply chain, destinate a guidare la trasformazione del manifatturiero verso livelli avanzati di produttività, efficienza e precisione. Le intuizioni basate sull’AI, grazie all’elaborazione dei dati in tempo reale, permetteranno alle imprese di prendere decisioni più efficaci lungo le catene di fornitura, perfezionare lo sviluppo dei prodotti e incrementare l’efficienza della produzione. Infatti, informazioni accurate e tempestive contribuiscono a mitigare l’impatto che le interruzioni della supply chain hanno su fornitori, produttori e distributori a livello globale.

Intelligenza artificiale per efficienza operativa e resilienza della supply chain

“Le imprese oggi devono affrontare sfide che vanno dalle interruzioni della supply chain alla carenza di manodopera alle incertezze geopolitiche”, ha dichiarato Muhammad Alam, membro dell’Executive Board di SAP SE, SAP Product Engineering. “SAP riconosce l’importanza fondamentale dell’agilità e dell’intelligenza, promuovendo l’innovazione con soluzioni basate sull’AI per snellire i processi di supply chain e produzione. Le aziende possono migliorare l’efficienza operativa e la resilienza della supply chain, e allo stesso tempo soddisfare i clienti con un servizio di qualità superiore, aprire la strada a una crescita sostenuta ed essere più competitive sul mercato”.

I benefici dell’AI applicata alla catena di fornitura

Il 63% dei responsabili della supply chain e il 52% dei responsabili delle operazioni hanno una strategia di AI legata agli obiettivi aziendali, secondo l’InfoBrief di IDC “The Importance of AI in Supply Chain and Operations”, sponsorizzato da SAP. Il 51% dei 2.000 intervistati sta inserendo l’AI nei processi aziendali di pianificazione della supply chain e nelle applicazioni chiave per prendere decisioni in tempo reale. Un altro 58% sta utilizzando l’AI per aumentare l’efficienza operativa e la produttività dei dipendenti.

SMA Solar Technology AG e altri clienti hanno già potuto verificare i benefici delle soluzioni SAP, tra cui un incremento di circa il 15% della produttività del personale impegnato sulla supply chain, una diminuzione del 10% dei costi totali di pianificazione della supply chain e una riduzione del 10% dei costi di magazzino e del tasso di rotazione delle scorte.

“SMA Solar rende più moderni i propri sistemi di esecuzione della produzione per supportare operazioni di produzione sostenibili e resilienti al rischio con la potenza dell’ispezione visiva abilitata dall’intelligenza artificiale nella soluzione SAP Digital Manufacturing”, ha dichiarato Heiko Kehm, responsabile IT Order to Cash di SMA Solar.

Supply chain, upgrade delle soluzioni SAP grazie all’AI

I principali miglioramenti introdotti nelle soluzioni SAP per la supply chain a sostegno della strategia AI-centrica delle aziende includono anzitutto l’ottimizzazione delle decisioni lungo tutta la catena di fornitura con insight basati sull’intelligenza artificiale: le aziende possono ora sfruttare volumi più elevati di dati e integrare l’ispezione visiva guidata dall’intelligenza artificiale nei loro processi di produzione, consentendo un notevole aumento della qualità grazie all’automazione.

Un altro aspetto riguarda la semplificazione dello sviluppo prodotti grazie a Joule, il copilota di AI generativa di SAP, che aiuta a raccogliere e valorizzare le idee per nuovi prodotti in modo rapido ed efficace mediante query in linguaggio naturale. Joule serve anche ad assegnare un tag al design dei prodotti con i dati aziendali, in modo da contestualizzare visivamente le informazioni critiche per l’azienda.

Utilizzando l’intelligenza artificiale, gli operatori degli asset possono affrontare in modo proattivo il rilevamento delle anomalie delle apparecchiature identificando i potenziali guasti sulla base dei dati dei sensori raccolti da dispositivi intelligenti e gateway edge. Questa nuova capacità utilizza la piattaforma all’avanguardia Cumulocity IoT di Software AG, che sarà integrata nell’applicazione SAP Asset Performance Management nel terzo trimestre.

Infine, l’AI abilita il miglioramento delle risposte degli operatori sul campo: i clienti possono ottimizzare i percorsi di guida e assegnare i lavori in modo efficiente grazie ai dati sul traffico integrati in tempo reale e ai modelli di machine learning, che consentono ai tecnici che operano sul campo di raggiungere le loro destinazioni tempestivamente.

Articoli correlati

Articolo 1 di 5